Filippo Cosentino

About me

"La musica è della stessa sostanza del cibo. È cibo. E come accade col cibo abbiamo nella musica la varietà dei sapori, delle materie prime, degli abbinamenti.
La chitarra è quel cibo musicale che può essere declinato in infinite combinazioni, più di ogni altro cibo musicale. La chitarra di Filippo Cosentino è insieme portata principale e contorno, piatto forte e condimento, pane e companatico.

Se gli amici pianisti non se la prendessero si potrebbe dire che la chitarra suonata così, accordata così, pensata così possa sostituire molto degnamente un pianoforte, ma con qualcosa in più o, meglio, qualcosa di diverso: armonici speziati, sfumature dinamiche rare, profumi di bosco, energia sottile e spessori rari. Il coraggio del cuoco musicale Filippo è quello dei cuochi di classe. I prodotti con cui lavora sono: energia, capacità inventiva, senso poetico, coraggio nei contrasti, gusto negli accostamenti e voglia di “saltar fuori”.

Le ricette dei piatti musicali offerti in questo CD sono appetitose e invitanti. La tavola è preparata con cura e le luci del locale ben distribuite. Il pubblico può entrare."

Tomaso Lama 

Filippo Cosentino è un artista giovane e molto interessante che rapresenta un po’ un’anomalia sulla scena della musica italiana, in contropposizione alla corrente piuttosto “purista” del momento attuale nel jazz italiano, Filippo ha intrapreso una strada tutta sua, creando una musica allo stesso tempo accessibile ed esotica, che incorpora una varietà di sonorità. In essa si trovano elementi di alcuni periodi storici del jazz, ma queste sono contaminate da una varietà di influenze che vanno dal rock alla musica dell’est (medio-oriente), al progressive. Il risultato è un sound molto personale, nel quale si inserisce Filippo con la sua chitarra in modi sorprendenti ed innovativi, adoperando effetti particolari, e usando spesso delle idee ritmiche piuttosto dei fraseggio “bop”, allontanandosi dalla folla dei musicisti che attualmente si affrettano a fare delle cose che assomigliano il più possibile ai dischi americani degli anni ‘40, ‘50 e ‘60. In questo modo Filippo dimostra già con il secondo cd di essere in possesso di una propria identità e, più importante ancora, di una maturità del pensiero notevole che seguiremo con molto interessamento nei lavori a seguire.

Michael Rosen 

"A wonderful discovery, better late than never to have known and enjoyed the great Filippo Cosentino."

miCaribe

"Cosentino appears a mature musician, well aware of its own means and above all able to fully express "his" music result of extensive contamination.”

Gerlando Gatto - A proposito di jazz

"Lanes is an accomplished album from a gifted musician"

TokyoJazzNotes

His music looks at the Pat Metheny's most inspired ballads”

Jazzit

"Excellent debut album for this guitarist ..."

About Jazz



Filippo Cosentino is on: Myspace, Youtube, Flickr, Twitter, Giovani Artisti Italiani, JazzItalia and

Filippo Cosentino

Promuovi anche tu la tua pagina

© 2017   Created by Webmaster.   Powered by

Badges  |  Report an Issue  |  Terms of Service