cd (25)

Ciao a tutti!

In questi ultimi giorni ho ricevuto due fantastiche notizie: la strepitosa recensione pubblicata su ilSussidiario.net a cura di Luigi Viva e ieri sera la comunicazione che il disco L'Astronauta è stato inserito tra i migliori dischi dell'anno secondo la classifica di Smemoranda.it. Grazie all'Alligatore per la bella recensione che potrete leggere qui: Strenne d'Alligatore 2015.

Sono felicissimo per tutte le novità che questo disco sta portando con sé!

Buona musica a tutti! 


10440993073?profile=original

Read more…

✔ Una recensione stratosferica 

Questa mattina ho ricevuto una sorpresa bellissima via email da parte di Luigi Viva: la sua recensione del mio ultimo disco L'Astronauta! Lo ringrazio per la cura con la quale ha redatto questo articolo, e per le stupende parole spese per descrivere la mia musica! 

"[...]Dimostra di aver già uno stile dal tratto personale ed evoluto, oltre alle capacità dell’esperto leader; l’ascolto del suo nuovo lavoro sorprende infatti, per maturità, originalità e proposta musicale. Sin dalle prime battute, siamo rimasti ammirati dalla personale vena compositiva ed esecutiva oltre alla freschezza della musica proposta e alla quanto mai indovinata scelta degli accompagnatori: Antonio Zambrini pianoforte, Jesper Bodilsen contrabbasso, Andrea Marcelli batteria. L’Astronauta (EmmeRecordLabel), si apre con Mediterranean Clouds (Adoro il Mediterraneo - puntualizza Cosentino - è la mia vita) nel quale emerge immediatamente il grande affiatamento fra il chitarrista e il pianista Antonio Zambrini . Il modo di suonare, il tocco, più che a Metheny, è vicino ad un altro gigante della chitarra: Ralph Towner (Oregon, Azimuth, Weather Report). Nella successiva Nessie stupisce l’interplay con i compagni di viaggio. Nel brano che da il titolo all’album la chitarra del leader pennella, fra soli ispirati e colori, una ballad di grande bellezza; in evidenza la ritmica composta da due raffinati musicisti come il danese Jesper Bodilsen al contrabbasso e il nostro Andrea Marcelli alla batteria (toccante il suo uso di spazzole e piatti). Le atmosfere vicine al jazz più canonico di More Than Times ben si legano alla successiva Inside The Blue, ballad nella quale la chitarra e il piano si “sfiorano” con gran lirismo. Interessanti le improvvisazioni dello “spigoloso” Momento (scritto dai quattro musicisti). Di grande impatto i tre brani finali 17:03(land behind the land), Villero (chitarra a corde di nylon) e la gran chiusura di Seven Days. Tutti i pezzi sono a firma di Cosentino. Ottime le registrazioni. Si consiglia “ vivamente” a chi ama la chitarra e i grandi album ECM di un tempo"

Clicca qui per leggere la recensione: CHITARRA JAZZ/ Sulle orme di Pat Metheny. I nuovi album di Filippo Cosentino e Peo Alfonsi

10440993060?profile=original

Read more…

Per gli amici di Firenze!

A partire da questa settimana potete acquistare il cd "Lanes" feat. Fabrizio Bosso da Twisted Jazz Shop 

Borgo San Frediano, 21 r - Firenze

Tel 055282011

Read more…

Lanes is an accomplished album from a gifted musician...

Vi invito a leggere la bella recensione di "Lanes" uscita sabato sul blog nipponico Tokyo Jazz Notes.

Ecco il link diretto: Filippo Cosentino feat. Fabrizio Bosso - Lanes

Read more…

Abbiamo inserito nuovo materiale sul sito: il video di "Drumming my guitar" e le foto scattate durante la video intervista che Filippo ha concesso alla prestigiosa rivista Jazzit, a Collescipoli (Tr). L'intervista sarà pubblicata sul sito del periodico di jazz entro la fine dell'anno. Colgo l'occasione per segnalarvi che sono aperte le votazioni per il Jazzit Award: chi potremmo sostenere noi, se non Filippo Cosentino nella sezione chitarre?

Infine, preparatevi... perché a brevissimo - ma proprio brevissimo! - potrete vedere il video del primo singolo estratto dal cd solista di Filippo, "Lanes" feat. Fabrizio Bosso, "Smokin' jazz", per la regia di Emanuele Caruso.

Read more…

Intervista su Il blog dell'Alligatore

Musica di confine questa sera in palude con Filippo Cosentino: jazz, rock, blues …questo e molto altro ancora nel suo esordio Lanes, cd autoprodotto, uscito con la Green Production, dove si respira tutta la professionalità e il rigore dell’eclettico musicista.

Ieri sera Filippo e' stato ospite nella palude dell'Alligatore, vera istituzione della blogosfera. Potete leggere l'intervista completa qui: Due parole con Filippo Cosentino.

Read more…

Cari amici,

Manco dal blog da qualche settimana ma tengo a segnalarvi che in questo periodo sono uscite in particolare una recensione e un'intervista che mi hanno fatto molto piacere.

La recensione è quella di Athos Enrile, che a proposito del mio disco "Human Being" ha scritto "ci regala attimi di serenità musicale che non possono lasciare indifferenti." 

Una chiave di lettura, questa, che mi ha fatto molto piacere.

Qualche giorno fa invece sono stato ospite della chat di Ritratti in Jazz, ed ecco il risultato nel post pubblicato oggi: Ritratti in Jazz - Quattro chiacchiere virtuali con... Filippo Cosentino

Numerosi sono infine i concerti che mi vedranno impegnato nel mese di maggio, alcuni per il tour del disco "Human Being" (il primo martedì 6 maggio da Eataly Smeraldo a Milano, da non perdere!) e alcuni al fianco di artisti come Tricarico e Mauro Ermanno Giovanardi al festival Cantautori d'Italia.

L'elenco completo e aggiornato delle date, lo trovate qui.

Sperando che le letture vi siano gradite e soprattutto di incontrarvi dal vivo ai concerti, vi saluto e vi auguro come sempre buona musica!

Filippo

Read more…

10440990262?profile=original

Proprio nei giorni in cui mi trovo a iniziare l'anno in musica, registrando un nuovo disco per l'etichetta Emme Produzioni Musicali al Tube Recording Studio di Fara in Sabina, con la fortuna di avere al mio fianco in quest'avventura musicisti del calibro di Jesper Bodilsen, Andrea Marcelli e Antonio Zambrini, è arrivata una bellissima notizia. Sono stato inserito nel Top Jazz, lo storico referendum di Musica Jazz, nella sezione dedicata al Miglior Nuovo Talento. E' questo, un riconoscimento che mi emoziona profondamente, e voglio ringraziare chi ha pensato a me per questa categoria e mi ha votato. Grazie!

Read more…

Intervista sul blog di Athos

Non c'è rischio di “narcisismo musicale”, non c'è esigenza di dimostrare le proprie skills, non c'è il bisogno di anteporre il virtuosismo al mix generale, e il risultato finale è un disco omogeneo, dove alle trame jazz si uniscono i semi del rock e del blues e dove emerge il “mestiere” di Cosentino, chitarrista di valore e … molto di più.
Nel corso dell'intervista a seguire emerge molto della sua filosofia musicale e della sua storia, ed anche un suo certo modo di vedere il mondo fatto di principi e di pulizia morale. (...)
E' stata pubblicata ieri sul blog di Athos una bella intervista a Filippo Cosentino. La potete leggere cliccando qui: Athos - Filippo Cosentino - "Lanes"
Read more…

...alcuni articoli su "Lanes"

TargatoCn, 31 ottobre - E' uscito "Lanes" primo disco solista dell'albese Filippo Cosentino 

MoveOut Magazine, 29 ottobre - Filippo Cosentino - Lanes 

Gazzetta d'Alba, 25 ottobre - E' uscito "Lanes", primo cd del chitarrista jazz Filippo Cosentino

Uscire network, 24 ottobre - "Lanes" di Filippo Cosentino

PiemonteOggi, 21 ottobre - E' uscito "Lanes", primo disco solista di Filippo Cosentino

Vi ricordo che tutti gli articoli che riguardano Filippo si trovano nella pagina Rassegna stampa.
Read more…

Here is the first article about "Lanes" on an international magazine, Guitar Planet.

GuitarPlanet.eu - "Lanes" feat. Fabrizio Bosso, Filippo Cosentino's Firs Cd

Read more…

E' uscita oggi l'intervista che ho avuto la fortuna di rilasciare al Wall Street International Magazine con la giornalista Marta Mentasti. Vi invito a leggerla e spero che vi piaccia quanto a me!

Wall Street International - Intervista a Filippo Cosentino. Un inconsapevole amore per la chitarra

----

Here's the english version of the interview with the journalist of Wall Street International Magazine Marta Mentasti. Hope you like it!

Wall Street International - Interview with Filippo Cosentino. The story of a guitarist

Read more…

E' online "Lanes", primo disco solista del giovane ma già affermato chitarrista Filippo Cosentino.

I nove brani inclusi nel cd, uscito per Green Production e Sfem Edizioni Musicali, cinque originali e quattro riarrangiamenti e riletture di standards jazz di Benny Golson, Gil Evans, Thelonius Monk e Miles Davis, segnano il momento della maturità per l'artista, che negli anni ultimi anni ha intrapreso una carriera discografica di successo, come sessionman e arrangiatore, partecipando a produzioni discografiche di numerosi artisti emergenti come Emile Rivera, Luca Mercurio, Dario Dima e molti altri, e ha all’attivo tournée in Italia e all’estero con artisti di livello internazionale come il songwriter londinese Alan Bonner.

Il titolo del cd, "Lanes", che in inglese significa corsie, si riferisce ai molteplici stili musicali nei quali Cosentino si sperimenta: dal jazz, al rock, al pop, al blues, sono il riflesso di una carriera che non si è limitata ad un genere, ma spazia e viene valorizzata dalle contaminazioni.

Da segnalare la presenza di ospiti di assoluto rilievo: da Fabrizio Bosso, trombettista italiano celebre in tutto il mondo, a Davide Beatino, bassista di Samuele Bersani.

Il disco è in vendita nei concerti e disponibile da acquistare online sui maggiori store musicali della rete come iTunes, Virgin Store, BelieveDigital, e sarà presentato dal chitarrista in una tournée in tutta Italia e con alcune date d'eccezione all'estero, in città come Parigi e Londra.

Il primo appuntamento live con “Lanes” è fissato per il 10 novembre al “Take Five” di Bologna, dove il Filippo Cosentino Trio presenterà il disco al più importante festival jazz della stagione autunnale, il Bologna Jazz Festival (www.festivaljazzbologna.it/).

 

CLICCA QUI PER SCARICARE "LANES" DA ITUNES

 

 

10440987468?profile=original

 

"Lanes" is the first soloist cd of the guitar player Filippo Cosentino. It is made of nine tracks:five original songs and four rearrangements of jazz standards by Benny Golson, Gil Evans, Thelonius Monk and Mile Davis. "Lanes" marks the maturity of the artist, who tooke up a discographic career of success as a sessionman and arranger, cooperating in cds of many emerging artist like Emile Rivera, Luca Mercurio, Dario Dima and many others. He has been on tour in Italy and foreign countries with international artists as british songwriter Alan Bonner.

The title "Lanes" refers to the various musical genres he plays: jazz, rock, pop, blues.

Important guests appears in "Lanes": among all, the italian world-known trumpet player Fabrizio Bosso, and Davide Beatino, bass player of one of the most famous italian songwriters, Samuele Bersani.

Read more…

Nove pezzi (cinque originali, quattro classici di grandi nomi del jazz quali Gil Evans, Benny Golson, Thelonious Monk e Miles Davis) per una musica capace di virare in mille rivoli, rimanendo costante. Sembra proprio un fascio di luce nella notte ...

E' stata pubblicata ieri, sul sito di Smemoranda, una nuova recensione di "Lanes" a cura dell'Alligatore, vera istituzione della blogosfera. Vi invito a leggerla cliccando qui: Filippo Cosentino - Lanes | Smemoranda.it

Nell'estate ero già stato ospite nella palude dell'Alligatore. Potete leggere l'intervista completa qui: Due parole con Filippo Cosentino.

Read more…

JAZZIT TV | INTERVISTA FILIPPO COSENTINO

Cari amici,
Ho avuto in regalo questa bellissima video intervista realizzata da Jazzit Tv!
Spero possa essere una gustosa anteprima al tour invernale che inizierà giovedì 8 (per le date aggiornate consultare la pagina Concerti).

Grazie di cuore a Luciano Vanni, Arianna Guerin, Adriana Riccomagno, Jazzit!

Read more…
Giovedì 15 marzo 2012

Filippo Cosentino chitarre

Roberto Chiriaco contrabbasso
Carlo Gaia batteria


“Filippo Cosentino, Lanes (Green Production- filippo cosentino.com)
Il bravo chitarrista-arrangiatore Filippo Cosentino per questo suo esordio discografico con Lanes ha voluto al proprio fianco un nome del calibro di Fabrizio Bosso, uno dei migliori giovani trombettisti in circolazione in Europa e non solo. Bosso collabora in due brani dei nove che completano il progetto: cinque composizioni sono firmate da Cosentino mentre le altre quattro sono interessanti arrangiamenti di evengreen jazzistici di Gil Evans, Benny Golson, Thelonius Monk e Miles Davis. Lanes è uno di quei dischi che ti prende subito fin dai primi accordi anche perché non è complicato riconoscere i linguaggi prediletti dal talentuoso musicista piemontese che spaziano tra jazz-rock, fusion e blues e qua e là spruzzatine latine. Suggeriamo l’ascolto di Blue Monk, la titletrack Lanes (in cui fa la sua figura anche il loop di batteria) in cui fanno capolino accenti ritmici di bossa, ma l’esecuzione che ci ha affascinato maggiormente è la corta ma efficace Hassan’s Dream in cui brilla lo spirito ispano-americano. Tutto l’album comunque è un tripudio di swing. Una bellissima scoperta, meglio tardi che mai, l’aver conosciuto e apprezzato l’ottimo Filippo Cosentino.
 via: MiCaribe

Ingresso gratuito
inizio concerto alle ore 21.30
cena dalle ore 20.00
si prega di prenotare almeno un giorno prima per la cena
info e prenotazioni
direzioneartistica@jazzclubcuneo.it
www.jazzclubcuneo.it
333.8483162
0171.697733
328.8263475

Read more…