chitarrista (19)

Ciao a tutti!

In questi ultimi giorni ho ricevuto due fantastiche notizie: la strepitosa recensione pubblicata su ilSussidiario.net a cura di Luigi Viva e ieri sera la comunicazione che il disco L'Astronauta è stato inserito tra i migliori dischi dell'anno secondo la classifica di Smemoranda.it. Grazie all'Alligatore per la bella recensione che potrete leggere qui: Strenne d'Alligatore 2015.

Sono felicissimo per tutte le novità che questo disco sta portando con sé!

Buona musica a tutti! 


10440993073?profile=original

Read more…

✔ Una recensione stratosferica 

Questa mattina ho ricevuto una sorpresa bellissima via email da parte di Luigi Viva: la sua recensione del mio ultimo disco L'Astronauta! Lo ringrazio per la cura con la quale ha redatto questo articolo, e per le stupende parole spese per descrivere la mia musica! 

"[...]Dimostra di aver già uno stile dal tratto personale ed evoluto, oltre alle capacità dell’esperto leader; l’ascolto del suo nuovo lavoro sorprende infatti, per maturità, originalità e proposta musicale. Sin dalle prime battute, siamo rimasti ammirati dalla personale vena compositiva ed esecutiva oltre alla freschezza della musica proposta e alla quanto mai indovinata scelta degli accompagnatori: Antonio Zambrini pianoforte, Jesper Bodilsen contrabbasso, Andrea Marcelli batteria. L’Astronauta (EmmeRecordLabel), si apre con Mediterranean Clouds (Adoro il Mediterraneo - puntualizza Cosentino - è la mia vita) nel quale emerge immediatamente il grande affiatamento fra il chitarrista e il pianista Antonio Zambrini . Il modo di suonare, il tocco, più che a Metheny, è vicino ad un altro gigante della chitarra: Ralph Towner (Oregon, Azimuth, Weather Report). Nella successiva Nessie stupisce l’interplay con i compagni di viaggio. Nel brano che da il titolo all’album la chitarra del leader pennella, fra soli ispirati e colori, una ballad di grande bellezza; in evidenza la ritmica composta da due raffinati musicisti come il danese Jesper Bodilsen al contrabbasso e il nostro Andrea Marcelli alla batteria (toccante il suo uso di spazzole e piatti). Le atmosfere vicine al jazz più canonico di More Than Times ben si legano alla successiva Inside The Blue, ballad nella quale la chitarra e il piano si “sfiorano” con gran lirismo. Interessanti le improvvisazioni dello “spigoloso” Momento (scritto dai quattro musicisti). Di grande impatto i tre brani finali 17:03(land behind the land), Villero (chitarra a corde di nylon) e la gran chiusura di Seven Days. Tutti i pezzi sono a firma di Cosentino. Ottime le registrazioni. Si consiglia “ vivamente” a chi ama la chitarra e i grandi album ECM di un tempo"

Clicca qui per leggere la recensione: CHITARRA JAZZ/ Sulle orme di Pat Metheny. I nuovi album di Filippo Cosentino e Peo Alfonsi

10440993060?profile=original

Read more…

Lezioni su Skype! / Lessons on Skype!

10440992460?profile=originalCari amici,

Da oggi chi lo desidera può contattarmi per prendere lezioni via Skype!

Scrivetemi su info@filippocosentino.com, telefonate al 3347867028 oppure... contattatemi direttamente su Skype: filippo.cosentino83

Vi aspetto!

Filippo

----

Dear friends,

I'm introducing a new possibility to study with me: lessons on Skype!

Send me an email to info@filippocosentino.com, call +39 3489620906 or directly on my Skype account: filippo.cosentino83

See you soon!

Filippo

Read more…

Per gli amici di Firenze!

A partire da questa settimana potete acquistare il cd "Lanes" feat. Fabrizio Bosso da Twisted Jazz Shop 

Borgo San Frediano, 21 r - Firenze

Tel 055282011

Read more…

 

Ecco il podcast della trasmissione di Radio Emilia Romagna che si apre con "River Avon", brano da "Lanes" feat. Fabrizio Bosso di Filippo Cosentino.
Il link è questo: Radio Emilia Romagna, 26 novembre - Paesaggio dell'anima - Miccia prende fuoco - Le musiche di questa puntata: Filippo Cosentino, Davide Van De Sfroos, C. W. Gluck, Zucchero, Massimo Zamboni

Read more…

Cari amici,

Qualche notizia: ieri pomeriggio sono arrivati i cd fisici - che belli! - che sono in vendita presso i concerti e da MusicArt in via Bertero 8 ad Alba (Cn) (oppure scrivetemi e vediamo come fare...)

E oggi, via alle riprese del nuovo video del primo singolo che sarà estratto da "Lanes", "Smokin' jazz". La regia è di Emanuele Caruso, con cui la collaborazione è avviata da tempo: sono infatti l'autore della colonna sonora di "Elogio alla solitudine" e sto componendo le musiche del suo prossimo film, "E fu sera e fu mattina". Insomma siamo una coppia rodata!

Vi ricordo infine i due appuntamenti live con "Lanes" della prossima settimana: giovedì 1° dicembre al Chattanooga di Bologna e sabato 3 dicembre all'Incognito in fraz. Racca di Guarene (Cn), in guitar solo. Non mancate!

Buona musica a tutti!

Filippo

Read more…

10440990262?profile=original

Proprio nei giorni in cui mi trovo a iniziare l'anno in musica, registrando un nuovo disco per l'etichetta Emme Produzioni Musicali al Tube Recording Studio di Fara in Sabina, con la fortuna di avere al mio fianco in quest'avventura musicisti del calibro di Jesper Bodilsen, Andrea Marcelli e Antonio Zambrini, è arrivata una bellissima notizia. Sono stato inserito nel Top Jazz, lo storico referendum di Musica Jazz, nella sezione dedicata al Miglior Nuovo Talento. E' questo, un riconoscimento che mi emoziona profondamente, e voglio ringraziare chi ha pensato a me per questa categoria e mi ha votato. Grazie!

Read more…

5th Italian Jazz Festival in Berlin

Hello everybody!


Before that my Human Being tour goes on from 2015, in December I have a great opportunity in Berlin to play at the 5th Italian Jazz Festival - Jazz Club Schlot with one of the most important musicians - Andrea Marcelli, drummer and art director of the festival - and other new talents as Kris Spitteri, Nadine Axisa, Roberto Badoglio!
I'll play few songs from my last CD Human Being

Here the link of the festival https://www.facebook.com/ItalianJazzFestivalBerlin

Enjoy the music!

Read more…
10440987683?profile=original

In uscita la prossima settimana il manuale didattico di Filippo Cosentino, intitolato “Blues: scale e improvvisazione”. Il libro, pubblicato dalle Edizioni Albesi, è il frutto degli studi e dell’esperienza maturata dal giovane chitarrista albese: laureato e specializzato in Musicologia presso il Dams di Bologna, Cosentino combina infatti allo studio l’attività didattica da oltre dieci anni. In particolare, nel 2009 ha fondato ad Alba l’Associazione Milleunanota, di cui è presidente e direttore didattico, presso la quale svolge la propria attività di insegnamento di chitarra, avviamento alla musica, workshop, laboratori e seminari.

Il manuale, sottotitolato “Pentatoniche e altre scale utili”, reca una prefazione del celebre chitarrista Nicola Costa, ed è corredato da un cd di basi su cui gli studenti di musica si potranno esercitare; è rivolto a tutti gli strumentisti che intendano approfondire lo studio del blues, non soltanto ai chitarristi.

“La pubblicazione del manuale costituisce per me innanzitutto un ausilio per quanto riguarda la didattica”, afferma Cosentino, “ma non posso negare che l’uscita del libro arrivi in quello che non esito a definire un periodo d’oro sotto tutti gli aspetti della mia carriera. Nell’ultimo anno ho avuto la possibilità di esibirmi al fianco di musicisti di livello internazionale come Javier Girotto, Barend Middelhoff e Tom Kirkpatrick, di lavorare a molti dischi e di ricevere riconoscimenti significativi. Nei prossimi mesi è prevista l’uscita del mio primo disco solista con collaborazioni molto importanti, oltre a numerose tournée in Italia e all’estero”.

Read more…

E' online "Lanes", primo disco solista del giovane ma già affermato chitarrista Filippo Cosentino.

I nove brani inclusi nel cd, uscito per Green Production e Sfem Edizioni Musicali, cinque originali e quattro riarrangiamenti e riletture di standards jazz di Benny Golson, Gil Evans, Thelonius Monk e Miles Davis, segnano il momento della maturità per l'artista, che negli anni ultimi anni ha intrapreso una carriera discografica di successo, come sessionman e arrangiatore, partecipando a produzioni discografiche di numerosi artisti emergenti come Emile Rivera, Luca Mercurio, Dario Dima e molti altri, e ha all’attivo tournée in Italia e all’estero con artisti di livello internazionale come il songwriter londinese Alan Bonner.

Il titolo del cd, "Lanes", che in inglese significa corsie, si riferisce ai molteplici stili musicali nei quali Cosentino si sperimenta: dal jazz, al rock, al pop, al blues, sono il riflesso di una carriera che non si è limitata ad un genere, ma spazia e viene valorizzata dalle contaminazioni.

Da segnalare la presenza di ospiti di assoluto rilievo: da Fabrizio Bosso, trombettista italiano celebre in tutto il mondo, a Davide Beatino, bassista di Samuele Bersani.

Il disco è in vendita nei concerti e disponibile da acquistare online sui maggiori store musicali della rete come iTunes, Virgin Store, BelieveDigital, e sarà presentato dal chitarrista in una tournée in tutta Italia e con alcune date d'eccezione all'estero, in città come Parigi e Londra.

Il primo appuntamento live con “Lanes” è fissato per il 10 novembre al “Take Five” di Bologna, dove il Filippo Cosentino Trio presenterà il disco al più importante festival jazz della stagione autunnale, il Bologna Jazz Festival (www.festivaljazzbologna.it/).

 

CLICCA QUI PER SCARICARE "LANES" DA ITUNES

 

 

10440987468?profile=original

 

"Lanes" is the first soloist cd of the guitar player Filippo Cosentino. It is made of nine tracks:five original songs and four rearrangements of jazz standards by Benny Golson, Gil Evans, Thelonius Monk and Mile Davis. "Lanes" marks the maturity of the artist, who tooke up a discographic career of success as a sessionman and arranger, cooperating in cds of many emerging artist like Emile Rivera, Luca Mercurio, Dario Dima and many others. He has been on tour in Italy and foreign countries with international artists as british songwriter Alan Bonner.

The title "Lanes" refers to the various musical genres he plays: jazz, rock, pop, blues.

Important guests appears in "Lanes": among all, the italian world-known trumpet player Fabrizio Bosso, and Davide Beatino, bass player of one of the most famous italian songwriters, Samuele Bersani.

Read more…

Oggi su La Stampa è uscito questo bell'articolo di Vanna Pescatori in vista del concerto di stasera al Jazz Club Cuneo. Vi ricordo che la rassegna stampa è costantemente aggiornata in questa pagina.

10440987089?profile=original

Read more…

Nove pezzi (cinque originali, quattro classici di grandi nomi del jazz quali Gil Evans, Benny Golson, Thelonious Monk e Miles Davis) per una musica capace di virare in mille rivoli, rimanendo costante. Sembra proprio un fascio di luce nella notte ...

E' stata pubblicata ieri, sul sito di Smemoranda, una nuova recensione di "Lanes" a cura dell'Alligatore, vera istituzione della blogosfera. Vi invito a leggerla cliccando qui: Filippo Cosentino - Lanes | Smemoranda.it

Nell'estate ero già stato ospite nella palude dell'Alligatore. Potete leggere l'intervista completa qui: Due parole con Filippo Cosentino.

Read more…

Eccellente album d’esordio per questo chitarrista piemontese. L’album si fa notare per più di un motivo. Innanzitutto la scelta del repertorio. Nella giusta convinzione di doversi far conoscere sia come compositore sia come esecutore, Filippo ci presenta cinque originali di impianto moderno e dalla linea melodica orecchiabile e quattro standard jazz (“Hassan’s dream” di Benny Golson, “Las Vegas Tango” di Gil Evans, “ Blue Monk” di Thelonius Monk, “, e il conclusivo “Solar” di Miles Davis) riletto con originalità ed intelligenza. Ma con chi interpretare brani così importanti? Anche in questo caso la scelta di Cosentino è stata più che felice del momento che ha chiamato accanto a se un bassista di vaglia come Davide Beatino, già con Samuele Bersani e soprattutto il sempre eccellente Fabrizio Bosso che possiamo ascoltare nel brano d’apertura che da il titolo all’intero album e in “Smokin’ jazz”; gli altri musicisti che collaborano con il chitarrista sono l’altro bassista Giovanni Sanguineti e il batterista Carlo Gaia. Ciò detto, Cosentino appare musicista maturo, ben consapevole dei propri mezzi e soprattutto in grado di esprimere in maniera compiuta la “sua” musica frutto di intense contaminazioni. In effetti sia nel modo di comporre sia nel linguaggio chitarristico si avverte chiaramente come Cosentino abbia frequentato con profitto i territori del jazz, del blues, del rock, della fusion traendone, comunque, input positivi che si sono tradotti in uno stile personale e convincente. Si ascolti, al riguardo, il pezzo che da il titolo all’intero album e in tre pezzi in cui Cosentino suona da solo: “River avon”, “Reloaded”, “Spring mood”: la statura sembra quella di un ottimo musicista… aspetto quindi il prossimo album con ansia ed interesse.

via: A proposito di jazz - I nostri CD

Read more…

Recensione su discoclub65

Registrazioni in studi liguri ed emiliani, per mettere assieme le ottime nove tracce di questo giovane chitarrista jazz. Se qualcuno già storce il naso, immaginando l'ennesimo epigono di emuli di cloni di classici ormai ampiamente sedimentati nella storia della sei corde jazz, e la noia sovrana, sappia che c'è da abbandonare il pregiudizio in fretta. Cosentino usa di frequente anche le corde acustiche e l'arpeggio, caratteristiche non proprio ascrivibili al "mainstream": ad esempio nella scintillante River Avon. Certo, spesso attinge a grandi nomi per il materiale di base: Monk, Davis, Golson, l'assai meno consueto Gil Evans di Las Vegas Tango. Ma quando scrive lo fa con una bella, baldanzosa sicurezza, e il suo fraseggio angolare e ficcante ci rammenta le lontane avventure di un grande della sei corde in Liguria, l'Enrico Pinna del Sogno del tarlo. Due i bassisti impegnati: Davide Beatino e Giovanni Sanguineti, Carlo Gaia alla batteria, e un gran bel colpo piazzato in due brani: la collaborazione in studio con Fabrizio Bosso. Che, da par suo, piazza due facondi, quasi inarrivabili assolo suonati con quella facilità di addentare l'impossibile che è frutto evidente di molto, molto studio. Per contatti: info@filippocosentino.com (Guido Festinese)

Read more…

E' online da questa mattina la bella puntata di "Scelto per voi" dedicata a Filippo Cosentino da Radio Emilia Romagna.

Potete ascoltarla andando a questo link: Radio Emilia Romagna - Scelto per voi - Filippo Cosentino oppure cliccando su "play" qui sotto.

Il link da cui scaricare il primo album solista di Filippo Cosentino, "Lanes", è il seguente:

http://itunes.apple.com/it/album/lanes-feat.-fabrizio-bosso/id474445024

Read more…

Da oggi "Lanes" feat. Fabrizio Bosso è in vendita anche nello shop online della rivista Jazzit.

Acquistalo qui

Read more…